Liberta di opinione

20 ottobre 2019
Testo
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Il Governo addestra corpi paramilitari.

E-mail Print PDF

Il governo addestra corpi paramilitari

Fonte:antonioborghesi

Nel decreto che proroga le missioni internazionali italiane il governo ha tentato, con un suo emendamento, di introdurre una sorta di "naja breve", aperta ai cittadini, che in realtà si presterebbe bene all'addestramento di gruppi paramilitari. L'emendamento è

 

JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.

 

stato dichiarato inammissibile ma sono certo che il governo ci riproverà. Per questo sono intervenuto in aula.

Testo dell'intervento

Signor Presidente, l'onorevole Di Stanislao ha già espresso la dichiarazione di voto per il nostro gruppo, dichiarando che voteremo a favore. Io vorrei segnalare che non sono certo che avremmo potuto farlo ove fosse stato approvato l'emendamento 9.100 del Governo che la Presidenza ha dichiarato inammissibile.

In quell'emendamento il Governo prevedeva che le Forze armate organizzassero corsi di formazione aperti a tutti i cittadini allo scopo di istruirli sulla difesa dello Stato. Ora, trattandosi di cittadini adulti, mi chiedo se una cosa di questo genere non assomigli tanto all'istituzione di corpi paramilitari e mi è venuto in mente che così venne fatto quando, novant'anni fa, fu istituita la Milizia volontaria per la sicurezza nazionale che durante il Ventennio fu il primo passo per la fascistizzazione dello Stato (Commenti dei deputati del gruppo Lega Nord Padania).

Quando noi dell'Italia dei Valori parliamo di un Governo che ha una tendenza strisciante verso il fascismo non parliamo di azioni teoriche, ma di azioni pratiche come questa: l'idea cioè che si usino strumenti e soldi dello Stato - 6 milioni di euro per tre anni - per scopi come questo quando non ci sono soldi e ci viene detto che non ci sono risorse per le forze dell'ordine. È veramente un atto inaccettabile, soprattutto perché attraverso di esso si può andare davvero verso l'istituzione di corpi paramilitari o di quelli che con il progetto Gladio, che qualcuno fosse qui ricorderà, già si sono svolti in passato. Noi faremo tutta la nostra seria e forte opposizione ad un progetto di questo genere che forse molti nell'Aula non conoscono, ed anzi invitiamo il Governo a dare spiegazioni su una richiesta e su un emendamento di questo tipo (Applausi dei deputati del gruppo Italia dei Valori).

NOSTRO COMMENTO: Con questi chiari di luna (fame!) che non si riesce ad arrivare a fine mese il Governo vuole spendere 6 milioni di euro in tre anni per l’addestramento di gruppi paramilitari, quando le forze dell’ordine non hanno risorse per l’ordinaria amministrazione. E’ semplicemente allucinante oltre che vergognoso! Ma a che cosa, effettivamente, serviranno al Governo questi gruppi paramilitari? Allora i soldi ci sono! Diminuisca l’ Irpef Cavaliere! Lo faccia subito! Non aspetti la fine della legislatura! Gli Italiani non sono fessi! Lo faccia ora! Come aveva promesso! Che! Tremonti glielo impedisce? Allora non faccia più promesse agli Italiani! Se basta Tremonti per porgli il veto! Non è forse Lei il Premier?

 

 

 

Hits: 4765
Trackback(0)
Commenti (0)add comment

Scrivi commento
più piccolo | più grande

security image
Scrivi i caratteri mostrati


busy
Last Updated ( Lunedì 15 Febbraio 2010 10:00 )  

Il ritorno del Principe

web

Prove di ballo Standard classe "A2" Fernando & Vittoria

Guarda i miei video su Vimeo



I put videos I create on Vimeo. You can see my profile.

Statistiche

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi316
mod_vvisit_counterIeri588
mod_vvisit_counterQuesta settimana316
mod_vvisit_counterQuesto mese14261
mod_vvisit_counterTotale2375942

Online: 9
IP: 34.204.191.31

Usiamo Cookie propri e di terze parti per garantire una corretta navigazione del sito web. Se continui a navigare accetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni: privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information