Liberta di opinione

24 giugno 2017
Testo
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

ADRIANO CELENTANO A S. REMO 14_02_2012

E-mail Print PDF

ADRIANO CELENTANO A S. REMO 14_02_2012 (Completo)

POWERED BY ADMIN:

Dopo lo show di ieri sera, il direttore generale Lorenza Lei manda Antonio Marano a 'coordinare' 
la kermesse. "Chiudere Avvenire e Famiglia Cristiana", la Chiesa insorge: "Vuoto e ignoranza"


DAL FATTO QUOTIDIANO, SI RIPORTA

I Vescovi a Celentano “Vogliamo scuse” – S.Remo – La Rai commissaria il Festival

Dopo lo show di ieri sera, il direttore generale Lorenza Lei manda Antonio Marano a 'coordinare' 
la kermesse. "Chiudere Avvenire e Famiglia Cristiana", la Chiesa insorge: "Vuoto e ignoranza"
VIDEO - RIGUARDA TUTTO L'INTERVENTO DEL MOLLEGGIATO E SCRIVI COSA NE PENSI

Doveva animare il festival e c’è decisamente riuscito. Tanto è pesato l’intervento di Adriano Celentano che già questa mattina Sanremo è in subbuglio. Rinviata la conferenza stampa e commissariata l’intera kermesse, con il direttore generale Lorenza Lei che manda Antonio Marano a “coordinare” l’evento. Senza contare le reazioni, molte e di tono decisamente nervoso, arrivate dal mondo cattolico e dalla politica dopo che il Molleggiato, ieri sera, è arrivato a chiedere la chiusura di Avvenire e Famiglia Cristiana. Che oggi replica: "Adriano Celentano è solo un piccolo attivista dell’ipocrisia, un finto esegeta della morale cristiana che sfrutta la tv per esercitare le sue vendette private”  di Silvia Truzzi 

Dopo Celentano la Rai commissaria il Festival. Arriva Marano a “coordinare”

Le bombe di Celentano fanno volare gli ascolti (48% di share) e contemporaneamente esplodere la Rai. Il giorno dopo gli attacchi alla Chiesa, ai giornali cattolici, alla Corte costituzionale per la bocciatura dei quesiti referendari, al direttore generale Rai Lorenza Lei per la perdita di Santoro, Viale Mazzini è un campo di battaglia.

Mauro Mazza ieri sera non si è alzato ad applaudire Celentano. Poi si è assentato qualche minuto, verosimilmente raggiunto da una telefonata dei vertici. Stamattina ha cercato di prendere le distanze: “La chiusura di un qualsiasi giornale non si invoca mai: sono cose brutte e ad ascoltarle si avvertono i brividi lungo la schiena. Se fossimo di fronte a un filosofo contemporaneo, come Sgalambro o Cacciari potremmo discutere, contrastare. Ma la chiusura di un qualsiasi giornale non si invoca mai. Celentano è un grande cantante, ma un pessimo tele-comunicatore”.

Non è bastato però, la Lei ha commissariato il Festival: un breve comunicato stampa informa che “vista la situazione che si è venuta a creare” si è deciso “di inviare il vice direttore per l’offerta, Antonio Marano, a coordinare con potere d’intervento il lavoro del Festival di Sanremo”. Non era mai successo: è l’ennesimo segno di un’azienda allo sbando. Mazza prende la parola durante una conferenza stampa, addirittura rimandata di un’ora. Si arrampica sugli specchi: “Nei compiti istituzionali di Marano c’è il coordinamento dell’offerta televisiva. Di fronte alla complessità della macchina, dell’apparato tecnico, anche ad alcune difficoltà riscontrate ieri sera. Viene a darci una mano, lo aspettiamo. Quando abbiamo sottoscritto il contratto di Celentano, sapevamo chi era. Resto meravigliato da tanta meraviglia. Era prevista testualmente la libertà d’espressione dell’artista. Si può valutare se abbia usato bene questa libertà, travalicando il codice etico. Come dare del deficiente a un collega”. E continua: “Io ho cominciato a lavorare al Secolo d’Italia, qualcuno voleva chiuderlo con le bombe: so di cosa si tratta. E’ singolare che Celentano abbia parlato di censura della Rai, mentre era sul palco a dire quello che voleva. Io sono per la libertà d’espressione, anche quando non le idee espresse non coincidono con le mie. Vale per Celentano, vale anche per Luca e Paolo: troppo scurrili. Auguro loro buon lavoro nelle reti che ci fanno concorrenza. E dove abitualmente non fanno satira su premier con loden o senza o ex premier con o senza capelli”. Chissà dov’era l’anno scorso, il direttore di Rai Uno: i due hanno fatto esattamente la stessa cosa. Mazza in ogni caso avverte Marano: “Leggo nella nota che ha potere d’intervento, ma la direzione artistica ha un percorso già tracciato”. E difende Celentano: “una performance fantastica. Ha parlato, ha cantato. Ha avuto coraggio, cantando del bel rock: quanto alle ingiurie, ricordiamoci anche che cosa ha scritto Grasso”.

Arrabbiatissimi i vescovi, che replicano con una nota del Sir, l’agenzia stampa della Cei. “I giudizi di Adriano Celentano su due testate cattoliche nazionali da lui accusate di ipocrisia, di parlare di politica e non di Dio, sono stati la prova di un vuoto che è anche dentro di lui”. E ancora: “Vuoto di conoscenza di ciò che le testate cattoliche professionalmente sono e vuoto di conoscenza del servizio che esse svolgono per la crescita umana, culturale e spirituale della società tutta”. Vogliono le scuse del Molleggiato. Difficile pensare che arriveranno. Ora bisogna capire se lui tornerà sul palco (o se lo fanno tornare). Ancora più dura la replica di Famiglia Cristiana: “Adriano Celentano è solo un piccolo attivista dell’ipocrisia, un finto esegeta della morale cristiana che sfrutta la tv per esercitare le sue vendette private”.

E volano giudizi anche dal mondo politico. Lupi, Formigoni, Letta, Buttiglione: molti esponenti di area cattolica hanno criticato l’intervento di Celentano, giudicato, nel migliore dei casi, “un artista al tramonto”. Fa eccezione al coro, per una volta, Sandro Bondi, che così ha commentato: “Al di là di certe sgradevoli provocazioni, l’apparizione ieri sera al festival di Sanremo di Adriano Celentano può essere letta come un imprevedibile e commovente discorso sulla fede, un discorso pieno di pietà religiosa sulla vita e sulla morte, un discorso sull’amore che è il segno distintivo del cristianesimo. Mai in uno spettacolo pubblico così popolare era stato elevato un grido così vibrante in difesa di una fede autentica”.

NOSTRO COMMENTO: Voi che ne pensate? Ha fatto bene o No Celentano ad esprimersi così al Festival di San Remo?

Hits: 33860
Trackback(0)
Commenti (2)add comment

MELO said:

...
Finalmente qualcuno che veramente ha avuto il coraggio di sputare fuoco in faccia agli ipocriti.
Questo qualcuno di nome Celentano vi e' riuscito usando la sua notorieta' e la sua forza cosa impossibile ad un misero
come me sconosciuto a tutti.
Se dopo il suo "sermone" si e' scatenato tanto caos cio' significa che ha toccato il debole di moltissimi che oggi prendono a scusa qualche suo piccolo errore per massacrarlo.
Questi illustri critici non hanno mai mosso un dito contro le guerre,le speculazioni e quant'altro ed oggi tutti addosso
a Celentano..fanno bene a farlo per pararsi il culetto e l'agiatezza.
Quelllo che mi dispiace e' il fatto che molte persone "schiavi" dell'attuale sistema spinoso,adulterato,ipocrita e malaffarista danno il loro indice verso contro chi lotta per loro..non so come definirli.smilies/cry.gif
 
febbraio 17, 2012
Voti: +0

Fernando Cannizzaro said:

...
Rispondo a Melo,
Sono perfettamente d'accordo con Lei. Come si fà a prendersela con uno che esprime liberamente e senza peli sulla lingua il suo pensiero anche se si chiama "Celentano" La verità fa male. La Chiesa cattolica non ha mai avuto remore di nascondere per tanti hanni i "preti pedofili" Questa si che è una vera vergogna! La saluto cordialmente Fernando (libertadiopinione)
 
febbraio 17, 2012
Voti: +0

Scrivi commento
più piccolo | più grande

security image
Scrivi i caratteri mostrati


busy
Last Updated ( Mercoledì 15 Febbraio 2012 17:48 )  

Il ritorno del Principe

web

Prove di ballo Standard classe "A2" Fernando & Vittoria

Guarda i miei video su Vimeo



I put videos I create on Vimeo. You can see my profile.

Statistiche

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi290
mod_vvisit_counterIeri502
mod_vvisit_counterQuesta settimana3578
mod_vvisit_counterQuesto mese12610
mod_vvisit_counterTotale1771563

Online: 7
IP: 54.81.127.81

Usiamo Cookie propri e di terze parti per garantire una corretta navigazione del sito web. Se continui a navigare accetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni: privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information