Liberta di opinione

14 dicembre 2017
Testo
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Alcune semplici regole per fare buone foto

E-mail Print PDF

Da YOU CONNECT di CANON, si riporta:

L'arte della fotografia di paesaggi

"Una buona fotografia nasce da una posizione intelligente", disse Ansel Adams (1902-1984), uno dei più grandi fotografi di paesaggi. Anche l'ora del giorno è ugualmente importante; basta indovinare questi due elementi e la foto si scatta praticamente da sola. Quindi, come si realizza una splendida foto di paesaggi? Trova il punto d'osservazione perfetto
Cosa rende perfetto un punto di osservazione? La composizione, certamente, svolge un ruolo importante, ma seguire una serie di regole consente di scattare buone foto, non scatti eccezionali. In ultima analisi, si torna sempre al famoso "occhio" per la fotografia, che, se da una parte non si può insegnare, dall'altra può migliorare con l'esperienza. Inoltre, con una fotocamera digitale è possibile scattare decine di immagini da prospettive diverse e scegliere le migliori esaminandole al computer.

 La luce giusta
Niente incide più della luce su un paesaggio. Anche se riesci a trovare il punto di osservazione perfetto, la foto non sarà all'altezza se scegli il periodo dell'anno o l'ora del giorno sbagliati. L'ora perfetta per fotografare paesaggi è al sorgere del sole e per un paio d'ore successive o al tramonto e per un paio d'ore precedenti. In questi momenti della giornata, il sole è relativamente basso nel cielo; pertanto, i suoi raggi attraversano una porzione maggiore di atmosfera terrestre rispetto a quando il sole è alto e offrono una luce più calda, impossibile da trovare nella parte centrale della giornata. Inoltre, il sole basso allunga le ombre degli oggetti, che migliorano l'effetto tridimensionale nelle foto.

La regola dei terzi
È consigliabile posizionare ogni elemento importante all'interno dell'inquadratura, come ad esempio un albero imponente in un paesaggio, a circa un terzo della larghezza dell'immagine. Immagina di suddividere idealmente l'inquadratura in nove rettangoli uguali. L'albero va posizionato in modo da farlo corrispondere ad una delle due linee verticali in questa griglia immaginaria. Anche le due linee orizzontali sono importanti nelle foto di panorami: infatti, se compare una linea dell'orizzonte, quest'ultima dovrebbe corrispondere ad una di esse. La posizione più significativa per i piccoli oggetti nella scena corrisponde ad una delle quattro intersezioni formate dalle linee orizzontali e verticali. Naturalmente, alcune immagini di grande impatto non rispettano tale regola, ma lo fanno appositamente per sfidare il nostro senso dell'equilibrio, non perché la regola sia sbagliata.

Il ritratto di un paesaggio
Sebbene l'orientamento verticale nelle fotografie venga tradizionalmente associato al ritratto di persone, in realtà non vi è alcun motivo per cui non si possa realizzare il "ritratto" di un paesaggio.

Inclinando leggermente la fotocamera verso il basso nelle inquadrature verticali, l'orizzonte risulta alto nell'immagine e permette di porre maggiore enfasi su ciò che appare in primo piano: la strategia ideale se si intende ritrarre un campo di fiori selvatici. Gli utenti di fotocamere digitali Canon possono, inoltre, disporre del software opzionale PhotoStitch, che, se usato in concomitanza con l'impostazione PhotoAssist presente in molti modelli digitali Canon, consente di scattare una serie di immagini in sequenza e di unirle insieme perfettamente.

Il senso delle proporzioni
È difficile trasmettere il senso delle proporzioni del paesaggio originale in una piccola riproduzione. Una soluzione consiste nel conferire profondità all'immagine posizionando un elemento in primo piano, che sembrerà molto più grande di oggetti simili più lontani dalla fotocamera. La forte prospettiva che si viene a creare produrrà un'impressione di tridimensionalità. Nel caso di paesaggi rurali, è possibile utilizzare un albero, uno steccato o un muro di pietra oppure, per osare di più, animali o macchinari agricoli possono offrire buone opportunità. I fiori selvatici sono particolarmente efficaci, se ci si abbassa in modo tale che la fotocamera si trovi a non più di mezzo metro da terra per far campeggiare i fiori nell'immagine. I paesaggi di mare traggono enormi vantaggi dal fatto di avere un elemento in primo piano, ad esempio qualche scoglio o una sedia a sdraio. Anche in questo caso, scattare con la fotocamera vicina a terra consente di realizzare

immagini di grande impatto.
Bilanciamento dell'esposizione

Un'esposizione corretta è il problema principale per i fotografi di paesaggi. In genere, è il terreno l'area che si usa per la lettura dell'esposizione, con il risultato di un cielo spesso sovraesposto e pallido. Se si basa l'esposizione sul cielo, i particolari delle nuvole saranno in risalto, ma il terreno, per contro, sarà sottoesposto e scuro. Spesso, fotografare con una luce del sole intensa è meno problematico rispetto a un cielo nuvoloso, poiché l'azzurro viene recepito meglio del bianco. Se non ci sono altre opzioni a disposizione, puoi ridurre l'impatto di un cielo bianco limitando la porzione di cielo nella fotografia. È sufficiente inclinare la fotocamera verso il basso in modo che la maggior parte dell'immagine consista di terreno.

Lunghezza focale
Se possiedi una fotocamera con obiettivo zoom, qual è l'ambientazione ideale per fotografare paesaggi? Nella maggior parte dei casi, la lunghezza focale di un grandangolo offre i risultati migliori. Gli obiettivi grandangolari offrono un campo visivo molto ampio e sono in grado di acquisire immagini molto estese. Tuttavia, è consigliabile non utilizzare l'impostazione più ampia a disposizione. Puoi utilizzare lo zoom per regolare la composizione, omettendo gli elementi di disturbo eventualmente presenti ai margini della scena. Inoltre, vale la pena sperimentare, poiché alcuni paesaggi sono molto più suggestivi se fotografati con il teleobiettivo: grazie al mirino o al display LCD della fotocamera, puoi giudicare tu stesso prima di fotografare.

Cenno conclusivo
La fotografia di paesaggi è un interesse davvero coinvolgente: alcuni fotografi si dedicano a ben poco altro. Tuttavia, non trascorrere talmente tanto tempo con la fotocamera da dimenticarti di alzare lo sguardo e ammirare il panorama. Le foto sono in grado di catturarne l'atmosfera e la bellezza, ma l'esperienza diretta rimane sempre insostituibile!

NOSTRO COMMENTO: i neofiti della fotografia dovrebbero memorizzare queste semplici regole per ottenere delle buone foto. Non è difficile! Un po’ di mano (ferma..) e tanta passione. Buon divertimento

Hits: 18202
Trackback(0)
Commenti (1)add comment

tommt said:

...
Si.... Alla fine bisogna avere occhio, e ovviamente anche un' po di tecnica ( che se sei a conoscenza di un bravo fotografo puoi provare a copiare i suoi consigli... Se no niente, la cosa migliore e andare a vedere mostre fotografiche e aspettare che qualche cosa ti colpisca... Pero ci si basa lo stesso sull'emulazione). Anche a me piacerebbe diventare un fotografo... Di persone, paesaggi e in fine monumenti... La macchina c'è... Quello che manca è la tecnica e il cu*o
 
aprile 18, 2013
Voti: +0

Scrivi commento
più piccolo | più grande

security image
Scrivi i caratteri mostrati


busy
Last Updated ( Giovedì 08 Novembre 2012 20:37 )  

Il ritorno del Principe

web

Prove di ballo Standard classe "A2" Fernando & Vittoria

Guarda i miei video su Vimeo



I put videos I create on Vimeo. You can see my profile.

Statistiche

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi266
mod_vvisit_counterIeri796
mod_vvisit_counterQuesta settimana3647
mod_vvisit_counterQuesto mese9179
mod_vvisit_counterTotale1877887

Online: 11
IP: 54.91.38.173

Usiamo Cookie propri e di terze parti per garantire una corretta navigazione del sito web. Se continui a navigare accetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni: privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information