23 agosto 2019
Testo
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Berlusconi: il processo SME

E-mail Print PDF

Berlusconi : Travaglio racconta Il Processo Sme

Fonte: TheBizius

Il Giornalista Marco Travaglio racconta di una grande truffa italiana.

Il processo SME è una vicenda giudiziaria riguardante la mancata vendita della SME (comparto agro-alimentare dell'IRI, il cui presidente era Romano Prodi) alla CIR di Carlo De Benedetti. Silvio Berlusconi e Cesare Previti. Sono stati imputati di

 

corruzione in atti giudiziari (capo A): * l'ex capo dei gip di Roma, Renato Squillante (chiesti 11 anni e 4 mesi);

di corruzione ai fini della mancata vendita della SME (capo B): * l'ex giudice romano Filippo Verde, (chiesti 4 anni e 8 mesi);

di entrambi i capi d'accusa: * l'avvocato Attilio Pacifico (chiesti 11 anni); * l'avvocato Cesare Previti (chiesti 11 anni); * l'imprenditore Silvio Berlusconi (chiesti 8 anni);

di favoreggiamento: * Mariano Squillante, figlio di Renato Squillante (chiesto 1 anno e 10 mesi); * Fabio Squillante, figlio di Renato Squillante (chiesto 1 anno e 6 mesi); * Olga Savtchenko, moglie di Fabio Squillante (chiesto 1 anno); * Francesco Misiani, ex pm romano (chiesti 6 mesi);

Nel giugno 2003, grazie alla legge sull'immunità per le cinque cariche istituzionali più alte, nota anche come lodo Maccanico (o lodo Schifani), la posizione di Silvio Berlusconi, presidente del Consiglio in carica, è stata stralciata dal processo.

Il 30 gennaio 2008 la I Sezione Penale del Tribunale di Milano ha assolto Silvio Berlusconi dall'accusa di falso in bilancio per le attività Fininvest fra il 1986 ed il 1989, nell'ambito dell'ultimo stralcio del processo SME, in quanto «i fatti non sono più previsti dalla legge come reato» dalla modifica introdotta dal Decreto legislativo 11 aprile 2002, n.61 (Testo del D.L.vo dell'11 aprile 2002 sulla Depenalizzazione del falso in bilancio), varato dallo stesso governo Berlusconi.

(fonte http://it.wikipedia.org)


SILVIO BERLUSCONI - PROCESSO SME - PARTE 1/5

Fonte: Estravaglioo999 15 marzo 2008

ALCUNE SEQUENZE DEL PROCESSO SME VISTO E SPIEGATO DA SILVIO BERLUSCONI...SARA' TUTTO VERO QUELLO CHE DICE?...HANNO DETTO DI 85 BUGIE...SENTIRE PER CREDERE...


JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.


JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.


JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.


JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.


JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.


NOSTRO COMMENTO: Ricordare non guasta!

Hits: 3447
Trackback(0)
Commenti (2)add comment

alberto said:

...
Mi piacerebbe sapere a cosa ammonta la cifra complessiva spesa ad oggi da noi contribuenti per tutti i processi a carico (archiviati) del Presidente del Consiglio, perchè niente avviene gratis. Mi viene anche da chiedermi se per un comune (mortale) cittadino che si rivolge alla giustizia ordinaria ci sarebbe una risposta così petulante ed ostinata da parte della giustizia ordinaria verso il presunto (carnefice) reo. Personalmente sono stato oggetto nel 2003 di lesioni gravi ed il giudice rinviava il processo di anno in anno per delle mancate notifiche e solo dopo 5 anni s'è arrivato al patteggiamento (5 minuti) del reo, (trenta rimasti ignoti) reo che resosi nullatenente non ha risarcito nulla. Immmagino quanti cittadini si trovino nelle medesime condizioni ed ai quali non interessi gran chè le vicende (telenovelas) giudiziarie dell'onorevole Berlusconi mè conpreso, se non ai programmi tv. Il mio appello è che si cominci a rendere giustizia alle piccole persone che non destano l'interesse mediatico, perchè non telegeniche, perchè non famose. Sarebbe ora di smettere con questa giustizia-grande fratello con processi mediatici, di piazza e tornare a giudici riservati, "monastici", che non nutrino interesse a fare carriere (parlamentari) diverse da quelle che le competono. Per fare un cenno storico ricordo che Robespierre in Francia fece una furente battaglia contro Luigi XXVI portandolo alla decapitazione e da lì ebbe inizio il terrore che portò al patibolo i padri della rivoluzione francese, Danton e lo stesso "purificatore" l'incorruttibile Massimiliano Robespierre. Alberto
 
gennaio 16, 2011
Voti: +0

Fernando Cannizzaro said:

...
Rispondo ad Alberto,
ringraziandolo in anteprima per il commento. Non conosco, Alberto, la cifra spesa per i processi al Cavaliere. Suppongo debba essere piuttosto corposa dal momento che il Cavaliere ha avuto molti processi (circa una trentina tra quelli in corso e quelli archiviati per come si apprende dai giornali). Non è colpa dei giudici se il Cavaliere commette reati. Compito dei giudici è perseguire chi li commette. Su questo credo che non ci sia materia di contrasto. Discorso diverso è, invece, se la magistratura persegue un politico per fini diversi da quelli di giustizia. Allora l’aspetto cambia. Francamente nel caso di Berlusconi non mi sentirei di imputare ai magistrati un simile atteggiamento. Le vicende giudiziarie di Berlusconi sono note a tutti. Come altrettanto noti sono i tentativi di sottrarsi alla magistratura con leggi ad personam, per non farsi giudicare, ultimo in ordine di tempo, il legittimo impedimento. Ogni volta che si avvicina la data di qualche processo ricomincia con la favola dei “PM cattivi” e dei “comunisti che si mangiano i bambini”. Ma veramente Berlusconi crede di avere a che fare con degli “allocchi?” La sue continue minacce agli organi di garanzia (Corte Costituzionale) ed alla magistratura (giudici) risuonano oltre i confini d’Italia e, l’Italia, non ci fa una bella figura.. È chiaro che un simile contrasto tra poteri dello Stato porterà prima o poi a quello che è successo al tempo di Robespierre. La teoria della divisione dei poteri formulata secoli addietro da Montesquieu si fonda su un equilibrio tra i poteri dello Stato. In atto, si sta facendo del tutto per rompere questo delicato equilibrio. Lei, giustamente, lamenta che, per una causa di “lesioni gravi” subite è rimasto fermo per cinque anni. Lei ha perfettamente ragione! Come hanno ragione tutti i cittadini che lamentano notevoli ritardi nella regolare amministrazione della giustizia. Questa è la patologia del Ns sistema giudiziario che da anni vive con questo cancro addosso che prima o poi lo annienterà. La responsabilità non vi è dubbio è da attribuirsi alla classe politica passata e attuale (di destra o di sinistra che sia!) che non ha inteso varare una riforma seria della Giustizia. Le conseguenze sono quelle che Lei ha sottolineato e vissuto personalmente. Certo! Anche nell’ambito della magistratura esistono le mele marce. Questo però non significa che dobbiamo sottrarci al Ns giudice naturale previsto dalla Costituzione. Ai processi si deve andare! Tutti dobbiamo andare. Se le cose poi le cose non vanno nel verso giusto e si riscontrano nell’iter processuale omissioni che confinano col dolo da parte degli organi di giustizia, allora, occorrerà immediatamente segnalare simili storture agli organi competenti, i quali, una volta accertata la responsabilità mediante un regolare processo a carico degli inadempienti, applicheranno le sanzioni previste dalle leggi vigenti. Io, personalmente, li manderei a casa! Ma questa è una mia opinione.
 
gennaio 16, 2011
Voti: +0

Scrivi commento
più piccolo | più grande

security image
Scrivi i caratteri mostrati


busy
Last Updated ( Sabato 16 Gennaio 2010 11:06 )  

Il ritorno del Principe

web

Prove di ballo Standard classe "A2" Fernando & Vittoria

Guarda i miei video su Vimeo



I put videos I create on Vimeo. You can see my profile.

Statistiche

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi48
mod_vvisit_counterIeri822
mod_vvisit_counterQuesta settimana4558
mod_vvisit_counterQuesto mese18803
mod_vvisit_counterTotale2332027

Online: 24
IP: 34.236.190.216

Usiamo Cookie propri e di terze parti per garantire una corretta navigazione del sito web. Se continui a navigare accetti il loro utilizzo. Per maggiori informazioni: privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information